Full PAP RNA

PAP test in fase liquida associato ad un nuovo screening per l’Hpv. 

Negli anni ‘90 è stato scoperto che il principale responsabile del cancro alla cervice uterina è il Papilloma Virus umano o HPV. Il tumore del collo dell’utero rappresenta il secondo tumore maligno per incidenza nella popolazione femminile nel mondo, e in Italia colpisce 3.500 donne ogni anno: a tal proposito è molto importante che le donne tra i 25 e i 65 anni eseguano periodicamente il Pap Test, o test di Papanicolaou. (fonte: LILT)

 3500

Donne ogni anno

25/65

età indicata per il Pap-Test

Il Pap test è il metodo più efficace per lo screening del cancro alla cervice: oltre al metodo classico, in cui le cellule del collo dell’utero prelevate vengono distribuite direttamente sul vetrino generando una visione microscopica di non facile interpretazione, esiste oggi una nuova tecnica chiamata Pap Test in fase Liquida.

Con questo nuovo metodo le cellule prelevate dal collo dell’utero vengono inserite in un contenitore riempito con un liquido fissativo che consente di conservarle per lungo tempo. Il Pap Test in fase liquida permette di effettuare una lettura microscopica più accurata e di poter eseguire analisi aggiuntive (Neisseria Gonorrhea, Chlamydia Trachomatis, Trichomonas Vaginalis). Synlab utilizza inoltre un sistema computerizzato innovativo di prelettura che, associato alla revisione completa di tutti i casi da parte di personale qualificato, garantisce la massima affidabilità della diagnosi.

L’esecuzione simultanea di Pap Test in fase liquida e test molecolare per l’HPV ha accresciuto notevolmente il numero di diagnosi precoci di cancro alla cervice. In caso di positività a questi 2 test si rende necessaria l’esecuzione di ulteriori indagini per stabilire l’evoluzione della malattia: a tale proposito Synlab propone FULL PAP RNA.

FULL PAP RNA è l’esame completo che abbina il Pap Test in fase liquida al Test molecolare per individuare i papilloma virus ad alto riischio e, qualora positiva la ricerca, esegue automaticamente la genotipizzazione per i ceppi 16, 18, 45, ovvero i ceppi maggiormente riscontrati nelle donne affette dal cancro alla cervice uterina.
Una positività alla genotipizzazione dei ceppi di HPV 16, 18, 45 non significa necessariamente che si è affette da tumore, ma che la donna presenta un rischio maggiore di sviluppare cellule precancerose o cancro in futuro, e che di conseguenza dovrà eseguire controlli più mirati e frequenti.

GRAZIE ALL’ESECUZIONE DI FULL PAP RNA, LO SCREENING BASATO SULLA VALUTAZIONE CITOLOGICA AFFIANCATA ALLA RICERCA VIRALE, IL GINECOLOGO POTRÀ DARE ALLA DONNA NOTIZIE SICURE E COMPLETE E INDICAZIONI CLINICHE PIÙ ACCURATE, PER MEGLIO PREVENIRE E CURARE IL TUMORE AL COLLO DELL’UTERO.

Direttore Medico: Prof. Maurizio Ferrari (CMO)
Synlab Italia srl | Via Martiri delle Foibe, 1 - 20900 Monza (MB) | P.IVA 00577680176 - REA MB-1865893 - Capitale Sociale € 550.000,80 int. vers. | PEC: synlabitalia@pec.it

 

Credits

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorarne il funzionamento e cookies analitici di terze parti per raccogliere informazioni su come gli utenti lo utilizzano.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la nostra Cookies Policy (Leggi qui).
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner o clicchi ok, acconsenti all’uso dei cookies.